Skip Navigation Links
Home
PubblicazioniExpand Pubblicazioni
AbstractExpand Abstract
Letture e Laboratori
EventiExpand Eventi



Titolo Abstract:
Col cane e il gatto come la mettiamo?

Abstract:
A scuola non sento una parola di quello che dicono le maestre. Sono talmente ansioso di vedere il pollaio abitato che mi dimentico persino di fare la pipì.
Arrivo a casa che mi scappa e quindi mia sorella va a vedere i pulcini per prima.
Quando corro al pollaio vedo mio fratello che salta dalla gioia: si attacca alla rete, tira forte e ride.
Mia sorella vuole accarezzare i pulcini e strilla come un’aquila.
Io non faccio in tempo a guardare niente che la mamma si mette a darmi ordini.
“Occupati di tua sorella - dice. – Mi fa girare la testa con i suoi urli”.
“E cosa faccio?”.
“Andate in casa a far merenda”.
Io afferro per mano mia sorella che strepita, si fa tirare e piange ed entro in casa.
Come metto piede dentro sento la mamma urlare:
“Matteo, lega Ringo”.
Mollo il braccio cicciotto di mia sorella ed esco fuori di nuovo.
Ringo sta girando intorno al recinto; ogni tanto ficca il muso tra le maglie della rete e si mette a scavare come un forsennato.
Come se non bastasse il gatto si avvicina piano piano con la pancia a terra, punta i pulcini, fa un balzo e si aggrappa alla rete.
“Oddio, Frisby entra e li fa fuori! – esclama la mamma. – Matteo, mandalo via”.
Naturalmente è tornata anche mia sorella che cerca di aprire la porta e di intrufolarsi nel pollaio per raggiungere il suo scopo: vuole accarezzare i pulcini.
Prepotente come sempre.
“Allora Matteo, ti muovi?”, dice la mamma mentre afferra mia sorella per un braccio, tiene mio fratello per la cintura dei pantaloncini e tenta di allontanare cane e gatto tirando calci.
“Come faccio a fare tutto io?”, protesto.
Mia sorella continua a strillare.
Io di questo pollaio ne ho abbastanza prima di cominciare.

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Polli dappertutto

Collana:


Autore:
Sofia Gallo

Titolo Abstract:
Aiuto, i nemici!

Abstract:
La carota di guardia si precipitò dal re cavolfiore a chiedere consiglio sul da farsi.
- Organizza la difesa del castello - rispose sbadigliando il re, che non era tipo da agitarsi per così poco.
La carota ritornò sugli spalti del castello e chiamò a raccolta le sue compagne.
Tutte insieme si misero ad osservare l'armata che avanzava e tennero consiglio, confabulando tra loro e abbassando i loro ciuffi verdi per concentrarsi meglio.
- Sono carciofi ambulanti - diceva una carota - bisogna armarsi di spine più lunghe delle loro e infilzarli per benino.
- No, ti sbagli! Sono zucche truccate da carciofi - diceva un’altra carota, - bisogna riempirle d’acqua fino a farle marcire.
- Ma non vedete - diceva un’altra - che sono armate di stupidi grissini e si possono spezzare come niente!
- Macché! Sono carciofi - insisteva una quarta carota - piante cattive e prepotenti...
- Idiozie - insisteva la carota di prima - sono zucche e quindi bisogna batterle con l’astuzia, perché le zucche sono zuccone...

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Il castello di riso

Collana:
Il parco delle storie - Le giostre

Autore:
Sofia Gallo

Titolo Abstract:
Vita parigina

Abstract:
Veniva poi il tempo del gioco e di giochi con carte, dadi e scacchiera Gargantua ne conosceva davvero tanti: giocava a primiera, a secondiera, a piglia piglia, a arraffa arraffa, a chi ce l’ha lo dica, a chi non c’è l’ha lo dica lo stesso, a trentuno, venticinque, diciannove e vaffanculo, a trictrac, a tractric, a tutte tavole, a tavole voltate, a volta la tavola, a mosca pazza, a grillo spento, a vacca stanca, al forno secco e allo sgambetto, al seminato, all’annaffiato, all’annegato e al salvacondotto, allo scoppietto, allo scopone, alla scopazza, alla strega pazza e alla ramazza, a rimpiattino, al ciabattino e alla civetta, al cavolfiore e al muratore, a scappato è l’uccellino, a l’ho visto da vicino, alla gallina bianca e al fico secco, a sberle, a buffone e a cassettone, a scassa scassa e alla carcassa, ai tre covoni e a cavalloni, alle pernacchie e alle voglie matte.
Dopo i giochi gli toccava un po’ di vino e una passeggiata sul dorso della vecchia mula in attesa di cenare e infine, dopo una primiera, un rischiatutto e uno spuntino, veniva l’ora di andare a letto.
“Così non va”, sentenziò Ponocrate e rifece tutto daccapo.

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Giganti. Le incredibili avventure di Gargantua e Pantagruele

Collana:


Autore:
Sofia Gallo

Titolo Abstract:
Lentiggini all'attacco

Abstract:
Come Carola prova a coprirle con qualche schifezza,
le lentiggini scappano.
Vanno tutte sulla mano e poi da lì tutte sul naso e poi sulle caviglie e dietro le orecchie, e sulla pancia e sul sedere…
Prudono e fanno il solletico.
Carola si contorce, si gratta, si dimena, si dà i pugni, si strofina…

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Carola e le lentiggini

Collana:
I Gatti Bianchi

Autore:
Sofia Gallo

Titolo Abstract:
La pelle di bufala

Abstract:
Il 1° giorno dell’anno dei draghi, mamma-drago diede all’uomo una pelle di bufala e gli ordinò di andare a prendere l’acqua in un pozzo lontano.
La pelle era enorme e l’uomo riusciva a malapena a sollevarla vuota. Figurarsi piena.
“Anche in questo mondo non potrò sopravvivere con onestà e sincerità – si disse pensieroso. – Dovrò giocare d’astuzia”.
Si caricò la pelle di bufala sulle spalle e si incamminò verso il pozzo: una volta arrivato, si riposò, poi iniziò a scavare tutto intorno.
Scavò per un bel po’ di tempo e finalmente arrivò uno dei draghi a vedere che fine avesse fatto.
“Mia madre aspetta l’acqua!! – esclamò. - E tu che cosa fai?”.
“Ah…non voglio perder tempo a prendere l’acqua con la pelle di bufala; io prendo il pozzo tutto intero, me lo carico in spalla e lo porto a tua madre”.
“Non puoi – sbottò il drago. – Il pozzo appartiene ai miei antenati. È sempre stato qui e qui deve restare!”.
“No, no…ho deciso. Lo prendo e lo porto a casa. Lo piazzo nel sottotetto, così quando avete bisogno di acqua, basta che facciate un buco e avrete la vostra doccia…tutti i giorni”.
Il drago temeva che il trisavolo, che quel pozzo aveva costruito, si offendesse a morte, ma l’uomo incalzava:
”Senti, da noi si usa così. È un metodo razionale e sbrigativo”.
“No, non si può”, diceva il drago, scuotendo la testa.
“Ma sì…”, insisteva l’uomo.
Alla fine si misero d’accordo.
Il drago pagò un secchio di soldi all’uomo purché lasciasse il pozzo dov’era e si caricò la pelle di bufala piena d’acqua sulle spalle.
E mamma-drago fu accontentata.

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Lo spaventadraghi

Collana:
Zefiro

Autore:
Sofia Gallo - Ciprian Ghiras

Titolo Abstract:
Il la,la,la della logopedista

Abstract:
La logopedista si chiama Alba ed è amica di Giorgia, la psicologa. Hanno uno studio insieme.
Anche lei alle undici in punto prende per mano Marta e la porta nell’aula di disegno.
Anche lei per un’ora esatta.
Però invece di farla disegnare, cerca di farle dire la, la, la, la e poi ba, ba, ba, ba e anche ta, ta, ta, ta e sa, sa, sa, sa.
A Marta viene da ridere.
Alba le fa vedere come le labbra sbattono tra di loro, come la lingua si muove sul palato o si piega dietro ai denti. Fa ogni genere di versi di gola e col naso e le dice di imitare le sue smorfie: tira fuori la lingua, storce le labbra, allunga il collo, serra i denti, spalanca la bocca. A ogni mossa cita un animale cui dovrebbe somigliare: il leone che ruggisce, la scimmia che ride, la mucca che rumina, il maialino che fa grun grun, la rana che gracida.
È pazza da legare. Ma anche buffa e ridono tutte e due con le lacrime agli occhi.
Alla fine della settimana Marta è in grado di assumere mille espressioni diverse.
Fronte tesa come acqua placida del fiume.
Fronte corrugata come solchi in un sentiero di fango.
Occhi spalancati come fari abbaglianti.
Occhi socchiusi come fessure tra le travi del portone.
Naso pizzicato come se sentisse una puzzetta puzzolentissima.
Bocca aperta per infornare una deliziosa torta di mele.
Bocca chiusissima, cucita come l’orlo dei pantaloni.
E la lingua si sposta dove vuole all’interno della sua casa.
Ma a dire la, la, la, la, ba, ba, ba, ba oppure ta, ta, ta,ta e sa, sa, sa, sa Marta non ci pensa neanche lontanamente.

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Marta e il club degli incapaci

Collana:
I PiccoLetti

Autore:
Sofia Gallo

Titolo Abstract:
Lo scoiattolo

Abstract:
Passarono due giorni e arrivò lo scoiattolo con una grossa valigia. “Lupo, parti con me?”, chiese. “Dove vai?” “Vado al mare. E, un posto dove non sono mai stato!”. “Oh no, solo l’idea dell’acqua salata mi mette la nausea – disse il lupo. - Va’ tu e guarda se ti serve qualcosa”. Lo scoiattolo afferrò pinne e maschera, chiuse la valigia e se ne andò.
Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
A casa del lupo

Collana:
Albi

Autore:
Sofia Gallo - Stefania Vincenzi

Titolo Abstract:
La seconda grande idea

Abstract:
Alla sera, quando l’uomo dormiva, il giovane drago le raccontò che cosa era successo e lei si spaventò e decise di eliminarlo, costi quel che costi.
Il giorno dopo lo mandò a prendere la legna nel bosco.
“Devi caricarti in spalla gli alberi interi con la radice - gli disse. – Così si usa nel mondo dei draghi”.
L’uomo ubbidì e andò nel bosco.
“Non riuscirò mai a sradicare le piante”, diceva tra sé preoccupato e, mentre si arrovellava il cervello per trovare una soluzione, cominciò a togliere l’edera che avvolgeva il tronco di un grande faggio e gli venne un’idea.
Quando di lì a poco arrivò un drago a vedere che cosa stesse combinando, lo trovò intento ad annodare le edere strappate dai tronchi degli alberi.
“Che cosa fai?”, gli chiese.
“Ah…sto legando gli alberi insieme. È una gran fatica portare un albero alla volta: se io trasporto il bosco intero, voi non dovrete più andare a far legna”.
“Sei pazzo! - esclamò il drago. – Questo è un bosco secolare. C’era già al tempo dei mio tris-trisnonno. Non puoi sradicarlo tutto”.
“Ma sì…”, insisteva l’uomo.
Alla fine giunsero a un accordo.
Il drago diede all’uomo un secchio pieno di soldi, sradicò due alberi e se li caricò sulle spalle; così anche la seconda richiesta di mamma-drago fu esaudita.

Categoria Abstract:
Comicità

Titolo Libro:
Draghi dell'altro mondo

Collana:
Leggimi!

Autore:
Sofia Gallo
First 1 Last 

Skip Navigation Links
Biografia
Contatti
Novità
Recensioni
Video
 

Per acquistare libri online:
Link altri siti
CIFA onlus


Sinnos editrice


Edizioni San Paolo


Centro Interculturale


Edt - Giralangolo


Filastrocche


Rivista Andersen


Associazione Acmos


Biblioteche civiche torinesi


International Help


Paoline edizioni


Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura


Libreria dei ragazzi


Così per gioco


La libreria La montagna