Skip Navigation Links
Home
PubblicazioniExpand Pubblicazioni
AbstractExpand Abstract
Letture e Laboratori
EventiExpand Eventi



Titolo Abstract:
Fratellanza

Abstract:
Ci fu un tempo in cui il paese era
tormentato da liti tra le diverse
tribù. Anche nel cuore di ogni villaggio
imperversavano uccisioni, ruberie e saccheggi.
L’odio, l’egoismo e le rivalità dominavano
ovunque e nessuno più sapeva
chi gli fosse amico e chi gli fosse nemico.
Fu allora che l’anziano capo di un villaggio
sulle montagne convocò tutti i capifamiglia,
ovvero gli otto fratelli che
esercitavano, ognuno, l’autorità su un
gran numero di mogli, figli e parenti.
Ogni fratello badava unicamente agli interessi
del proprio clan, ne curava gelosamente
le proprietà, era avido e prepotente
e rivaleggiava con gli altri.
Chiamati al cospetto del capo villaggio
gli otto fratelli si presentarono puntuali,
ma si tennero ben distanti l’uno dall’altro.
L’anziano capo disse loro: – Vi ho convocato
per sottoporvi a una piccola prova.
50
Mi dispiace avere interrotto i vostri affari,
ma portate pazienza. Non vi ruberò molto
tempo. Guardate, ho qui con me otto bastoni.
Vi prego, prendetene uno a testa.
I fratelli non osarono discutere e ciascuno
di loro afferrò un bastone.
– Ora – disse il capo villaggio – spezzate
il bastone che tenete in mano.
La prova pareva banale e ogni fratello
ruppe in due pezzi il proprio bastone.
Erano tutti forti e robusti e la cosa gli
riuscì facilmente.
– Bene – disse allora l’anziano. –
Adesso ecco altri otto bastoni interi. Il
mio servo Jajir li legherà insieme e il fascio
verrà passato a ciascuno di voi perché
lo spezzi in due.
La prova era più difficile, ma gli otto
fratelli, ansiosi di dimostrare la loro forza
e la loro abilità di guerrieri, accettarono
di sottoporsi alla seconda sfida.
Uno dopo l’altro, provarono a spezzare
il fascio degli otto bastoni, legati con
corde robuste da Jajir.
51
Prova che ti riprova, il primo fratello
fu costretto a rinunciare, poi toccò al secondo
che desistette dopo alcuni tentativi
e poi al terzo che gonfiò i muscoli e
strinse forti i denti, e al quarto che fece
orribili smorfie per lo sforzo, ma non ci
fu nulla da fare: il fascio di bastoni passava
di mano in mano, dall’uno all’altro,
senza che nessuno dei fratelli riuscisse a
spezzarlo.
– Perfetto – esclamò il capo villaggio
quando fu chiaro che nessuno di loro era
in grado di superare la prova. – Ecco la
dimostrazione della vostra stupidità. Se
voi foste uniti, stretti come il fascio dei
bastoni legati assieme, sareste imbattibili,
invece ognuno di voi è debole e vulnerabile
come ogni singolo bastone.
Chiunque lo può spezzare! Dunque d’ora
in avanti – concluse l’anziano – fate in
modo che l’armonia e la pace torni a regnare
tra voi, di modo che il nostro villaggio
progredisca e che sia di esempio
per gli altri.

Categoria Abstract:
Tradizioni

Titolo Libro:
Habib, il suonatore di flauto

Collana:


Autore:
Sofia Gallo
First 1 Last 

Skip Navigation Links
Biografia
Contatti
Novità
Recensioni
Video
 

Per acquistare libri online:
Link altri siti
CIFA onlus


Sinnos editrice


Edizioni San Paolo


Centro Interculturale


Edt - Giralangolo


Filastrocche


Rivista Andersen


Associazione Acmos


Biblioteche civiche torinesi


International Help


Paoline edizioni


Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura


Libreria dei ragazzi


Così per gioco


La libreria La montagna